Il Consiglio dell’Unione Europea ha approvato la riforma del copyright, che ora diventerà legge

Il Consiglio dell’Unione Europea ha approvato lunedì la riforma del copyright, la nuova e discussa direttiva per aggiornare le regole sul diritto d’autore nell’Unione Europea. Il voto di oggi del Consiglio era considerato una formalità, praticamente automatico dopo l’approvazione della riforma da parte del Parlamento Europeo, lo scorso 26 marzo, ed era anche l’ultimo passaggio necessario prima dell’entrata in vigore della riforma. Nel Consiglio dell’Unione Europea hanno votato a favore 19 paesi, inclusi Francia e Germania, mentre hanno votato contro Italia, Finlandia, Lussemburgo, Paesi Bassi, Polonia e Svezia; Belgio, Estonia e Slovenia si sono astenuti.

La riforma del copyright è stata approvata

Manifestazione contro la riforma del copyright a Berlino (Ben Kriemann/Geisler-Fotopress/picture-alliance/dpa/AP Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.