• Mondo
  • mercoledì 10 aprile 2019

I morti causati dal ciclone Idai sono stati più di 1.000

I morti accertati a causa del ciclone Idai sono più di 1.000. Il ciclone tropicale aveva colpito prima le coste del Mozambico, poi si era spostato anche in Zimbabwe e in Malawi ed è stato definito da un funzionario dell’ONU «uno dei più gravi disastri ambientali ad aver colpito l’emisfero meridionale». Per il momento le stime parlano di 344 morti in Zimbabwe, 602 in Mozambico e almeno 59 in Malawi, ma la cifra potrebbe aumentare ulteriormente. Inoltre sono stati accertati più di 4mila casi di colera tra i sopravvissuti, soprattutto in Mozambico, dove la scorsa settimana sono state distribuite più di 700mila dosi di vaccini per combattere l’epidemia.

(AP Photo/Cara Anna)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.