• Mondo
  • martedì 9 aprile 2019

Donald Trump ha minacciato di imporre nuovi dazi sui beni di importazione europea per via dei sussidi ad Airbus

L’amministrazione statunitense del presidente Donald Trump sta considerando la possibilità di imporre nuovi dazi sui beni di importazione europea per un valore complessivo di circa 11 miliardi di dollari all’anno. I dazi sarebbero una risposta ai sussidi dell’Unione Europea ad Airbus, l’azienda a compartecipazione europea che produce aeromobili e che è la principale rivale della statunitense Boeing. I dazi potrebbero riguardare l’importazione di cose molto diverse tra loro, tra cui aerei jet, elicotteri da trasporto passeggeri, formaggio, vino, tute da sci e motocicli. La minaccia dell’amministrazione Trump di imporre nuove tariffe ai paesi europei arriva a meno di due mesi dalle elezioni europee e dalla scadenza del mandato della Commissione Europea, l’organo preposto ai negoziati commerciali, cosa che potrebbe complicare la posizione negoziale dell’Unione Europea.

Nel 2016, l’Organizzazione mondiale del commercio (WTO) aveva stabilito che l’Unione Europea stesse avvantaggiando Airbus con dei sussidi impropri. I nuovi dazi proposti dagli Stati Uniti diventeranno effettivi solo dopo che saranno stati approvati dal WTO, questa estate.

 

Donald Trump parla con i giornalisti nei giardini della Casa Bianca, domenica 24 marzo. (AP Photo/Alex Brandon)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.