• Mondo
  • lunedì 8 aprile 2019

La Tanzania vieterà la plastica monouso entro luglio

La Tanzania vieterà la produzione, l’importazione, la vendita e l’uso di tutta la plastica monouso entro luglio, per ridurre l’inquinamento prodotto dai materiali non biodegradabili: lo ha detto il ministro dell’Ambiente, January Makamba, lunedì al Parlamento del paese. «Il disegno di legge è pronto per essere pubblicato», ha detto Makamba, «ed è possibile che il primo luglio segni la fine dell’uso della plastica in questo paese».

La Tanzania si unirà quindi agli altri 60 paesi che ad oggi hanno vietato o parzialmente vietato l’uso della plastica monouso, o iniziato a tassare alcuni prodotti come le buste di plastica. Tra questi ci sono Cina, Ruanda, Unione Europea e Kenya (cha ha uno dei divieti più severi, introdotto nel 2017 e che tra le altre cose prevede anche l’incarcerazione fino a quattro anni e una multa di 40 mila dollari per chi utilizza buste di plasticaplastica).

(Jack Taylor/Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.