• Mondo
  • mercoledì 3 aprile 2019

Il regime del Venezuela ha tolto l’immunità parlamentare a Juan Guaidó

Il regime venezuelano guidato dal presidente Nicolás Maduro ha tolto l’immunità parlamentare a Juan Guaidó, il leader dell’opposizione che lo scorso gennaio si era autoproclamato presidente ad interim del Venezuela e che da allora ha ottenuto un ampio sostegno internazionale. La decisione del regime è stata approvata con un voto dell’Assemblea Costituente, organo voluto da Maduro per sostituire il Parlamento controllato dalle opposizioni, ed è molto importante, perché potrebbe aprire la strada a un eventuale arresto di Guaidó.

Guaidó è accusato di essere uscito dal Venezuela nonostante l’ordine opposto del procuratore generale, nonché di aver incitato alla violenza durante le proteste contro Maduro e di aver ricevuto dei fondi illeciti da paesi stranieri. Secondo la Costituzione, comunque, la procedura adottata dal regime per togliere l’immunità parlamentare a Guaidó non è corretta, perché sarebbe dovuta passare anche per l’Assemblea Nazionale, il Parlamento eletto di cui Guaidó è presidente.

Juan Guaidó. (Eva Marie Uzcategui/Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di più, e migliori.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la newsletter, una quota minore di inserzioni pubblicitarie, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.