• Mondo
  • domenica 31 marzo 2019

In Ucraina ci sono le elezioni presidenziali

I sondaggi dicono che in testa c'è un comico che in tv interpreta il presidente ucraino

In Ucraina si vota oggi per il primo turno delle elezioni presidenziali. Se nessuno dei 39 candidati presidenti dovesse però superare il 50 per cento dei voti, il 21 aprile ci sarà un ballottaggio tra i due più votati. I candidati con le maggiori possibilità di andare al ballottaggio sono tre, tutti considerati filo-europei: un’ex prima ministra, l’attuale presidente e un comico che in tv interpreta un presidente.

–  Yulia Tymoshenko: ex primo ministro, è una delle più famose politiche ucraine, che nel 2005 guidò la cosiddetta “rivoluzione arancione” e poi fu incarcerata dal governo filorusso sulla base di accuse dubbie
– Petro Poroshenko: l’attuale presidente dell’Ucraina, che fu eletto nel 2014 dopo le grandi proteste a favore dell’avvicinamento del paese all’Unione Europea. Poroshenko è molto ricco, soprattutto grazie a un’azienda di cioccolato.
– Vladimir Zelenskiy: un comico e attore di 41 anni, che nella tv ucraina recita in una serie in cui interpreta un insegnante che dopo uno sfogo finito su YouTube riesce a diventare presidente ucraino. Zelenskiy lavora nella tv controllata dall’oligarca ucraino Ihor Kolomoyskyi, oppositore di Poroshenko. Secondo i più recenti sondaggi Zelenskiy è in testa, con circa il 25 per cento delle preferenze.

Le elezioni di oggi sono importanti perché l’Ucraina è una repubblica semi-presidenziale: il presidente ha infatti molto potere su questioni come la sicurezza nazionale, la difesa e la politica estera. In più, come ha raccontato Politico, in Ucraina l’inflazione è vicina al 10 per cento e il paese deve gestire i complicati rapporti con la Russia di Vladimir Putin.

Brendan Hoffman/Getty Images

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.