• Mondo
  • domenica 31 marzo 2019

Sette persone sono morte nell’esplosione di una fabbrica in Cina

Sette persone sono morte a causa di un’esplosione in uno stabilimento industriale in Cina, che si occupa della lavorazione di metalli. L’incidente è avvenuto nella provincia dello Jiangsu, la stessa dove una decina di giorni fa erano morte 78 persone a causa di un’esplosione in uno stabilimento che produce pesticidi. Il nuovo incidente è avvenuto nella città di Kunshan e, oltre ai sette morti, ha causato il ferimento di cinque persone. La settimana scorsa il governo cinese ha indetto un mese di controlli sulla sicurezza del lavoro, per valutare le condizioni in cui lavorano gli operai nei complessi industriali ed estrattivi del paese. La Cina ha una lunga storia di incidenti mortali sul lavoro, spesso causati dalla scarsa attenzione alle norme e dalla necessità di massimizzare la produzione in diversi ambiti, per rispondere all’alta domanda interna e legata alle esportazioni.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.