• Mondo
  • venerdì 29 marzo 2019

Il leader dell’opposizione in Venezuela Juan Guaidó sarà interdetto dal ricoprire incarichi pubblici per i prossimi 15 anni

Il corrispettivo venezuelano della Corte dei Conti ha detto che bandirà il leader dell’opposizione Juan Guaidó dal ricoprire incarichi pubblici per i prossimi 15 anni. Guaidò, che lo scorso gennaio si era autoproclamato presidente ad interim del Venezuela e da allora ha raccolto un largo sostegno internazionale, è accusato dalla Corte di non avere le dichiarazioni finanziarie in regola. Nello specifico, secondo la Corte non ha dichiarato la provenienza di 94mila dollari di spese per pagare diversi viaggi all’estero.

La decisione, annunciata dal capo della Corte Elvis Amoroso, stretto alleato del presidente in carica Nicolas Maduro, entrerà in vigore se deciderà di ricandidarsi una volta terminato il suo incarico di presidente dell’Assemblea Nazionale. La decisione della Corte è stata criticata dagli alleati internazionali di Guaidó, ma non è ancora chiaro se avrà davvero conseguenze concrete, visto l’ormai vasto appoggio ottenuto da Guaidó dentro e fuori dal Venezuela.

Juan Guaidó a una manifestazione contro il presidente Nicolas Maduro a Caracas, 16 gennaio 2019 (Rayner Pena/picture-alliance/dpa/AP Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.