• Mondo
  • sabato 23 marzo 2019

Il numero delle persone morte in Mozambico a causa del ciclone Idai è salito a 417

Le persone morte in Mozambico a causa del ciclone tropicale Idai sono almeno 417, secondo le nuove stime delle autorità locali. Il ciclone era arrivato sulle coste del Paese la scorsa settimana e aveva provocato morti e devastazioni anche in Zimbabwe e in Malawi; un funzionario delle Nazioni Unite ha detto che potrebbe essere stato «uno dei più gravi disastri ambientali ad aver colpito l’emisfero meridionale».

Il ministro dell’Ambiente del Mozambico Celso Correia ha detto che «la situazione sta migliorando, ma è ancora critica». Il numero dei morti potrebbe aumentare ulteriormente: «dobbiamo aspettare che le acque delle alluvioni si ritirino per conoscere il bilancio», ha spiegato Sebastian Rhodes Stampa, coordinatore dell’Ufficio delle Nazioni Unite per gli affari umanitari.

«Uno dei più gravi disastri ambientali ad aver colpito l’emisfero meridionale»

I danni del ciclone Idai nella città di Beira visti dall'alto, Mozambico, 23 marzo 2019 (DigitalGlobe, a Maxar company via AP)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.