• Mondo
  • lunedì 18 marzo 2019

La sparatoria a Utrecht, nei Paesi Bassi

Ci sono tre morti e cinque feriti, e non è chiaro se sia stato un attentato terroristico: il principale sospettato è stato arrestato

(AP Photo/Peter Dejong)

Lunedì mattina c’è stata una sparatoria su un tram a Utrecht nei Paesi Bassi: tre persone sono state uccise, e altre cinque ferite. Il principale sospettato è stato arrestato dopo una fuga di diverse ore: si chiama Gökmen Tanis, ha 37 anni ed è originario della Turchia. Non sono ancora chiare le ragioni per cui è avvenuta: inizialmente la polizia aveva detto di considerare l’ipotesi di un attentato terroristico, ma non ci sono state altre conferme in merito e le indagini sono ancora in corso. Alcuni media internazionali, e anche un procuratore olandese, hanno ipotizzato che la sparatoria possa essere stata originata da una lite familiare.

La sparatoria è avvenuta su un tram in piazza 24 ottobre, a ovest del centro storico, intorno alle 10.45. La persona arrestata è la stessa di cui la polizia aveva diffuso una foto nel pomeriggio: è stata fermata dopo che aveva lasciato la scena della sparatoria su una Renault Clio rossa rubata, ritrovata qualche ora più tardi. Anche un’altra persona è stata arrestata in relazione alla sparatoria, ma non si sa ancora né la sua identità né quale sia il suo coinvolgimento.

Il nome del sospettato compare nei database della polizia olandese per diversi precedenti penali, e fonti del Telegraaf hanno affermato che avrebbe dovuto comparire prossimamente in tribunale per rispondere a un’accusa di stupro. Nel pomeriggio l’agenzia di stampa statale turca Anadolu ha scritto che Tanis avrebbe inizialmente sparato a un parente per una lite familiare, per poi colpire anche altre persone che erano intervenute: questa ipotesi non ha però ancora avuto conferme ufficiali.

L’area intorno al mezzo era stata cordonata subito dopo la sparatoria, e la polizia aveva inizialmente chiesto ai cittadini di non avvicinarsi alla zona. L’allerta terrorismo nella provincia di Utrecht è stata alzata al livello più alto possibile, il quinto, ma nel pomeriggio è stato revocato il consiglio di rimanere in casa e l’allerta è stata abbassata al livello 4.

Utrecht si trova poco a sud di Amsterdam, ha circa 350mila abitanti ed è la quarta più grande città dei Paesi Bassi. Ospita la più grande università del paese, frequentata anche da migliaia di studenti stranieri.