• Mondo
  • domenica 17 Marzo 2019

Le Filippine si sono ufficialmente ritirate dalla Corte Penale Internazionale

Le Filippine non saranno più soggette alla giurisdizione della Corte Penale Internazionale, tribunale per crimini internazionali che ha sede all’Aia, nei Paesi Bassi, e che si occupa tra le altre cose di genocidi, crimini contro l’umanità e crimini di guerra. Il ritiro delle Filippine è stato confermato ufficialmente domenica, dopo che il principale tribunale del paese si era rifiutato di annullare la decisione presa un anno fa dal presidente Rodrigo Duterte (dall’annuncio al ritiro devono passare almeno 12 mesi).

Le Filippine sono il secondo paese a ritirarsi dalla Corte Penale Internazionale: il primo era stato il Burundi, nel 2017. La Corte aveva iniziato un’indagine preliminare per verificare se Duterte e altri funzionari filippini avessero commesso crimini contro l’umanità nell’ambito della violentissima guerra alla droga avviata dal governo di Manila.

Rodrigo Duterte (AP Photo/Andrew Harnik, Pool)