• Italia
  • giovedì 14 marzo 2019

Un quadro di Brueghel è stato rubato in Liguria, ma i carabinieri lo avevano già sostituito con un falso

E ora stanno cercando i veri ladri del finto quadro

(Wikipedia)

A Castelnuovo Magra, in provincia di La Spezia, dei ladri hanno sottratto dalla chiesa di Santa Maria Maddalena un quadro che pensavano essere di Pieter Brueghel il Giovane, pittore fiammingo figlio del celebre Pieter Bruegel: i carabinieri, però, avevano sostituito il quadro con un falso, avendo ricevuto da settimane segnalazioni sul possibile furto. Al momento stanno indagando sui ladri, aiutandosi anche con i filmati registrati da alcune telecamere appositamente installate.

La storia è stata raccontata dai quotidiani locali del Secolo XIX e dalla Nazione, che spiegano che il piano era stato tenuto nascosto, anche se ne erano a conoscenza il parroco della chiesa e il sindaco Daniele Montebello, che ha detto: «Oggi per esigenze investigative non potevamo svelare nulla. Ringrazio l’Arma e la mia comunità perché qualche fedele si era accorto che quella esposta non era l’originale ma non ha svelato il segreto». All’inizio, Montebello aveva dovuto fingere davanti ai concittadini e ai giornalisti che il furto fosse riuscito, nell’attesa che i carabinieri svelassero il piano organizzato per sventarlo.

Il quadro è la “Crocifissione”, e risale al Seicento: è dipinto su cinque tavole di rovere ed è una copia di un famoso quadro andato perduto di Pieter Bruegel il Vecchio, le cui opere furono in molti casi ricopiate dal figlio.

era stato donato alla chiesa circa un secolo fa ed era stato tenuto nascosto durante la Seconda guerra mondiale per impedire che lo rubassero i nazisti. Nel 1981 era stato già rubato, ma era stato poi recuperato nel giro di qualche mese. Secondo il Secolo XIX, ha un valore di oltre tre milioni di euro: era conservato in una cappella laterale, protetto da una teca, e i ladri lo hanno preso dopo essere entrati nella chiesa sfondando una porta con un piede di porco. Non è chiaro come i carabinieri siano venuti a conoscenza del fatto che qualcuno volesse rubarlo, ma per precauzione era stato sostituito con una copia da circa un mese. Sul posto erano state poi installate delle telecamere, che hanno filmato i ladri allontanarsi su una Peugeot bianca.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.