La capsula spaziale Crew Dragon di SpaceX è regolarmente tornata sulla Terra, con un ammaraggio

Alle 14:45 (ora italiana) di venerdì 8 marzo, la capsula spaziale Crew Dragon di SpaceX ha fatto regolarmente rientro sulla Terra, finendo nelle acque dell’oceano Atlantico a circa 400 chilometri dalla costa della Florida. La capsula ha quindi terminato la sua prima missione dimostrativa, richiesta dalla NASA in vista del suo utilizzo per il trasporto degli astronauti verso la Stazione Spaziale Internazionale (ISS). Il lancio di Crew Dragon era stato eseguito lo scorso 2 marzo, in seguito la capsula aveva raggiunto la ISS per eseguire test di attracco e di sicurezza. SpaceX eseguirà ora controlli e verifiche della sua capsula spaziale, dopo l’ammaraggio, per verificare che sia andato tutto come previsto. La missione fa parte delle iniziative avviate dalla NASA per tornare a trasportare direttamente astronauti sulla ISS, senza dover fare affidamento sulle Soyuz dell’Agenzia spaziale russa, a oggi l’unico mezzo di trasporto disponibile per i viaggi con esseri umani verso la Stazione.

(SpaceX - NASA)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.