• Italia
  • martedì 5 Marzo 2019

25 persone, tra cui un ex deputato regionale, sono state arrestate in Sicilia in un’operazione antimafia

A Trapani i carabinieri hanno arrestato 25 persone per associazione mafiosa, scambio elettorale politico mafioso, estorsione e danneggiamento. Nell’operazione sono stati arrestati diversi esponenti di punta delle famiglie a capo dei clan mafiosi del trapanese, tra cui Francesco e Pietro Virga, figli del boss Vincenzo Virga, in carcere dal 2001. Secondo l’accusa i due sarebbero a capo di diverse attività criminali che avrebbero coinvolto anche esponenti della politica locale.

Tra gli arrestati infatti ci sono anche l’ex deputato regionale del PD Paolo Ruggirello e l’ex assessore di Trapani Ivana Inferrera. Ruggirello in particolare avrebbe favorito con assunzioni e favori i fratelli Virga in cambio di voti. Ruggirello è stato deputato dell’assemblea regionale siciliana per tre volte, ma alle ultime elezioni regionali non è stato eletto. L’arresto di Ruggirello arriva a pochi giorni da quello di tre persone sempre a Trapani con l’accusa di aver finanziato la famiglia del boss latitante Matteo Messina Denaro: nella stessa indagine un deputato regionale di Forza Italia, Stefano Pellegrino, aveva ricevuto un avviso di garanzia con l’accusa di corruzione elettorale.