• Italia
  • martedì 5 marzo 2019

25 persone, tra cui un ex deputato regionale, sono state arrestate in Sicilia in un’operazione antimafia

A Trapani i carabinieri hanno arrestato 25 persone per associazione mafiosa, scambio elettorale politico mafioso, estorsione e danneggiamento. Nell’operazione sono stati arrestati diversi esponenti di punta delle famiglie a capo dei clan mafiosi del trapanese, tra cui Francesco e Pietro Virga, figli del boss Vincenzo Virga, in carcere dal 2001. Secondo l’accusa i due sarebbero a capo di diverse attività criminali che avrebbero coinvolto anche esponenti della politica locale.

Tra gli arrestati infatti ci sono anche l’ex deputato regionale del PD Paolo Ruggirello e l’ex assessore di Trapani Ivana Inferrera. Ruggirello in particolare avrebbe favorito con assunzioni e favori i fratelli Virga in cambio di voti. Ruggirello è stato deputato dell’assemblea regionale siciliana per tre volte, ma alle ultime elezioni regionali non è stato eletto. L’arresto di Ruggirello arriva a pochi giorni da quello di tre persone sempre a Trapani con l’accusa di aver finanziato la famiglia del boss latitante Matteo Messina Denaro: nella stessa indagine un deputato regionale di Forza Italia, Stefano Pellegrino, aveva ricevuto un avviso di garanzia con l’accusa di corruzione elettorale.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.