Secondo un nuovo libro anticipato dall’Espresso, la Lega potrebbe aver ricevuto ingenti finanziamenti dal governo russo

Un nuovo libro scritto dai giornalisti Giovanni Tizian e Stefano Vergine e anticipato dall’Espresso sostiene che la Lega potrebbe aver ricevuto ingenti finanziamenti dal governo russo in vista delle elezioni europee. La Lega è il partito italiano con le posizioni più filorusse, e il suo leader Matteo Salvini ha più volte elogiato pubblicamente Vladimir Putin: finora, però, nessuno aveva ipotizzato uno scambio di questo tipo.

In un’anteprima dell’inchiesta pubblicata sul sito dell’Espresso, Tizian e Vergine sostengono che alla fine del 2018 l’ex portavoce di Salvini, Gianluca Savoini, stesse negoziando l’acquisto di una partita di carburante russo con cui mascherare un finanziamento da tre milioni di euro alla Lega. Tizian e Vergine però spiegano che «non sappiamo se l’affare è stato concluso», perché l’inchiesta contenuta nel libro è finita prima che si concludessero i presunti negoziati. Salvini non ha ancora commentato la notizia.

(profilo Facebook di Matteo Salvini)