(ANSA/MAURIZIO BRAMBATTI)

Federico Pizzarotti dice che non si accorderà né col PD né con Calenda

Il suo movimento Italia in Comune si presenterà alle prossime europee alleato con +Europa e con i Verdi

(ANSA/MAURIZIO BRAMBATTI)

Il sindaco di Parma – e leader del movimento Italia in Comune – Federico Pizzarotti ha annunciato che alle elezioni europee del prossimo 26 maggio formerà una lista con +Europa e con i Verdi. «Il dialogo è in fase avanzata», ha detto Pizzarotti in un’intervista a Repubblica. Sabato 23, al teatro Quirino, dovrebbe tenersi un evento insieme ai Verdi in cui sarà celebrata la nascita dell’alleanza. Pizzarotti, che ha rifiutato un’alleanza con il PD e con il progetto europeista di Carlo Calenda, dice che secondo lui alle europee il centrosinistra andrà diviso.

«Alla fine le liste saranno due: quella di Calenda con il PD e il nostro progetto»

Da tempo Pizzarotti e il suo movimento erano in trattative con il presidente della regione Lazio e candidato alla segreteria del PD Nicola Zingaretti (il tramite era stato Alessio Pascucci, sindaco di Cerveteri, un comune nella città metropolitana di Roma, e membro di Italia in Comune), e con Calenda, che aveva detto di considerare Italia in Comune un possibile alleato in particolare se il PD avesse rifiutato di entrare nel suo progetto. Ma dopo settimane di dialogo, Pizarotti ha preferito rifiutare le offerte. «Ho stima per Calenda e apprezzamento, ma lui non tiene conto del fatto che il PD non riesce ad avere una posizione che non sia “pdcentrica”», ha detto a Repubblica.

Altri tentativi di accordo c’erano stati con il sindaco di Napoli Luigi De Magistris, che secondo Pizzarotti alla fine non correrà alle europee, con il movimento paneuropeo Diem 25 dell’ex ministro delle finanze greco Yanis Varoufakis e con Volt, un’altra formazione che si presenterà in più di un paese europeo.

Pizzarotti, che nel 2012 fu il primo sindaco eletto dal Movimento 5 Stelle, dal quale fu in seguito espulso, ha fondato Italia in Comune nel 2018 insieme ad altri sindaci ed ex membri del Movimento 5 Stelle, ispirandosi a movimenti come Barcelona en Comú della sindaca di Barcellona Ada Colau. Domenica 24, Italia in Comune parteciperà alle elezioni in Sardegna nella coalizione di centrosinistra con la lista Sardegna in Comune.