• Mondo
  • mercoledì 16 gennaio 2019

Il Parlamento della Grecia ha confermato la fiducia al governo di Alexis Tsipras

Il Parlamento della Grecia ha confermato la fiducia al governo di Alexis Tsipras. Il voto era stato chiesto dal primo ministro dopo che domenica 13 gennaio ANEL, il partito dei Greci Indipendenti dell’ex ministro della Difesa Panos Kammenos, era uscito dalla coalizione. Kammenos aveva lasciato il suo incarico dopo che la Macedonia aveva definitivamente approvato la riforma costituzionale per cambiare il proprio nome in “Repubblica della Macedonia settentrionale”.

Il dibattito al Parlamento di Atene sulla fiducia era iniziato ieri. Tsipras ha ottenuto 151 voti su 300, raggiungendo la soglia che aveva stabilito per evitare di indire elezioni anticipate. Hanno confermato la fiducia anche alcuni deputati che nei giorni scorsi erano stati espulsi da ANEL per aver annunciato il loro voto a favore del governo e della ratifica dell’accordo sul nome della Macedonia. Il cambio del nome dovrà essere infatti votato anche dal parlamento greco, probabilmente già alla fine del mese.

Alexis Tsipras al parlamento di Atene, 16 gennaio 2019 (LOUISA GOULIAMAKI/AFP/Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.