• Mondo
  • martedì 15 gennaio 2019

La Corte penale internazionale ha assolto dalle accuse di crimini di guerra l’ex presidente ivoriano Laurent Gbagbo

La Corte penale internazionale, tribunale con sede all’Aia, nei Paesi Bassi, ha assolto dalle accuse di crimini di guerra Laurent Gbagbo, ex presidente della Costa d’Avorio, e ne ha ordinato la liberazione. Gbagbo era stato arrestato nel 2011 dalle forze dell’ONU e dai combattenti che appoggiavano il suo rivale di allora, Alassane Ouattara, mentre si trovava nel bunker del suo palazzo presidenziale. Contro di lui c’era un mandato di arresto internazionale che lo accusava di avere compiuto crimini di guerra nei mesi successivi alle controverse elezioni di ottobre 2010. Gbagbo è stato il primo capo di stato a essere sottoposto a un processo da parte della Corte penale internazionale.

Laurent Gbagbo (AP Photo/Peter Dejong, Pool)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.