Una fotocamera del telescopio spaziale Hubble ha smesso di funzionare

La Wide Field Camera 3 (WFC3), una delle fotocamere più importanti e avanzate del telescopio spaziale Hubble, sta avendo qualche problema e da un paio di giorni ha smesso di funzionare. I responsabili del telescopio, che si trova in orbita intorno alla Terra da circa 28 anni, stanno lavorando per capire che cosa sia andato storto: nelle ultime ore l’ipotesi è che il problema sia software e potrebbe essere risolto riavviando alcuni degli strumenti di Hubble. Se invece fosse un problema hardware, la soluzione potrebbe essere più complicata ma non impossibile: il telescopio ha diversi sistemi ridondanti che potrebbero essere impiegati per ripristinare il pieno funzionamento di WFC3. La fotocamera era stata installata sul telescopio 10 anni fa, durante gli ultimi lavori di manutenzione eseguiti direttamente in orbita da una squadra di astronauti, trasportati dallo Space Shuttle. Da allora Hubble non ha più ricevuto nessuna visita e, nonostante qualche acciacco, continua a produrre ottime immagini di stelle e galassie lontane, raccogliendo dati che ci stanno aiutando a capire come funziona l’Universo.

Il telescopio spaziale Hubble (NASA)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.