• Mondo
  • lunedì 7 gennaio 2019

Un giudice della Corte Suprema del Venezuela è fuggito negli Stati Uniti

Christian Zerpa, uno dei giudici della Corte Suprema venezuelana, è scappato dal Venezuela trovando ospitalità con la sua famiglia negli Stati Uniti. Zerpa ha detto di essere fuggito in polemica con il presidente venezuelano Nicolás Maduro, accusandolo di avere tenuto elezioni “non libere” lo scorso anno, quando ha ottenuto un secondo mandato per governare il paese. Nel 2016 Zerpa era stato tra i sostenitori di Maduro nella Corte Suprema, sostenendo che il presidente avesse i diritti costituzionali necessari per ridurre i poteri del Congresso. In un’intervista concessa negli Stati Uniti, Zerpa ora sostiene che all’epoca la Corte fosse sotto il controllo di Maduro e subisse pesanti condizionamenti. Secondo le autorità venezuelane, invece, Zerpa non faceva parte della Corte Suprema già da qualche mese a causa di alcune accuse nei suoi confronti per molestie sessuali.

Nicolás Maduro (Spencer Platt/Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.