Il sindaco di Palermo ha deciso di sospendere l’applicazione del “decreto sicurezza” in città

Il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, ha deciso di sospendere le norme che vietano di concedere la residenza ai richiedenti asilo come previsto dal cosiddetto “decreto sicurezza“, il provvedimento fortemente voluto dal ministro dell’Interno Matteo Salvini che tra le altre cose restringe le possibilità di accoglienza degli stranieri. Il decreto era stato approvato in Parlamento a fine novembre ed era entrato in vigore il 4 dicembre.

Mercoledì Orlando ha inviato una nota al responsabile dell’anagrafe di Palermo per sospendere l’applicazione delle misure previste della nuova legge – in particolare per quanto riguarda le procedure per concedere la residenza a chi ha già un permesso di soggiorno – in attesa di «approfondire tutti i profili giuridici anagrafici». Il ministro Salvini ha commentato la decisione di Orlando con un post su Facebook: «Con tutti i problemi che ci sono a Palermo, il sindaco sinistro pensa a fare “disobbedienza” sugli immigrati…» ha scritto condividendo un articolo di LiveSicilia.it sulla vicenda.

Il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando. (ANSA/PALAZZOTTO)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.