• Mondo
  • mercoledì 26 dicembre 2018

Il Marocco ha annunciato di avere arrestato altri sospettati per l’omicidio delle due turiste del Nord Europa

Le autorità marocchine hanno annunciato di avere arrestato negli ultimi due giorni dieci nuovi sospettati per l’omicidio delle due turiste nordeuropee avvenuto la scorsa settimana nell’area delle montagne di Atlante, una catena montuosa che si estende dal Marocco alla Tunisia. In totale sono state arrestate 19 persone, finora, ha detto il portavoce dell’agenzia per la sicurezza nazionale del Marocco Boubker Sabik. I corpi delle due turiste, la 24enne danese Louisa Vesterager Jespersen e la 28enne norvegese Maren Ueland, erano stati trovati lunedì della scorsa settimana vicino alla città di Imlil, a sud di Marrakesh: uno dei due era stato decapitato e il video della violenza era stato diffuso online. Secondo la polizia, prima di commettere il crimine alcuni sospettati avevano espresso vicinanza alle idee dell’ISIS.

(FADEL SENNA/AFP/Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.