• Mondo
  • mercoledì 26 Dicembre 2018

Israele ha bombardato un deposito di armi di Hezbollah a ovest di Damasco, in Siria

Martedì sera aerei militari israeliani hanno colpito un deposito di armi a ovest di Damasco, la capitale della Siria, dopo avere sorvolato lo spazio aereo libanese. Secondo le prime informazioni date da funzionari siriani, nell’attacco sarebbero rimasti feriti tre soldati siriani. Il quotidiano israeliano Haaretz ha scritto inoltre che sembra che nel deposito ci fossero armi di Hezbollah, gruppo radicale sciita libanese nemico di Israele e alleato dell’Iran e del presidente siriano Bashar al Assad.

Israele, come di consueto, non ha confermato il bombardamento di questa notte, ma ha detto di avere intercettato un missile proveniente dalla Siria, probabilmente lanciato come gesto di ritorsione per il precedente attacco.

Immagine tratta da un video diffuso dall'agenzia di news siriana SANA, che mostra i missili sopra Damasco (SANA via AP)