• Mondo
  • lunedì 24 dicembre 2018

Il segretario della Difesa statunitense Jim Mattis lascerà il suo incarico in anticipo per decisione di Trump

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha deciso e annunciato su Twitter che il segretario della Difesa Jim Mattis lascerà il suo incarico il primo gennaio, anziché a fine febbraio come aveva detto Mattis nel dare le dimissioni, lo scorso giovedì. Mattis si era dimesso perché non era d’accordo con le scelte di Trump nella gestione delle alleanze internazionali, e in particolare con la decisione di ritirare l’esercito statunitense dalla Siria.

Trump lo aveva ringraziato su Twitter per il suo lavoro, ma dopo tre giorni di editoriali della stampa e pareri di esperti militari che davano ragione ed elogiavano Mattis, la rabbia di Trump è cresciuta a tal punto, scrive il New York Times, che ha deciso di licenziarlo in anticipo. Il suo posto sarà preso da Patrick M. Shanahan, il vice di Mattis ed ex membro del Consiglio esecutivo dell’azienda costruttrice di aerei Boeing. Mattis è un 68enne generale dei marine di grandissima esperienza ed era considerato da molti un importante contrappeso alla nota instabilità di Trump.

(AP Photo/Andrew Harnik)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.