• Italia
  • mercoledì 12 dicembre 2018

La procura di Roma sta indagando per disastro colposo in merito all’incendio nel deposito di rifiuti del quartiere Salario

La procura di Roma ha avviato un’indagine per disastro colposo in merito al grande incendio iniziato martedì 11 dicembre nell’impianto di trattamento dei rifiuti nel quartiere Salario, a Roma. I magistrati hanno richiesto il sequestro di parte della struttura – resa comunque inagibile dall’incendio – e l’analisi dei rifiuti presenti e dei fumi provocati dal rogo.

L’incendio è iniziato verso le 4.30 di mattina dell’11 dicembre, e ha generato una densa nube di fumo che ha coperto molte zone di Roma: il comune di Roma in una nota ha invitato tutti i cittadini a tenere chiuse le finestre delle proprie abitazioni per evitare di respirare sostanze potenzialmente nocive. I vigili del fuoco hanno lavorato per tutta la notte per spegnere definitivamente l’incendio. Al momento anche gli ultimi focolai residui sono sotto controllo.

 

(ANSA/MASSIMO PERCOSSI)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.