• Italia
  • mercoledì 12 dicembre 2018

Conte ha detto che il deficit scenderà dal 2,4 al 2,04 per cento del PIL

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha detto, dopo aver incontrato a Bruxelles il presidente della Commissione Europea Jean-Claude Juncker, che il deficit previsto per il 2019 nella manovra finanziaria passerà dal 2,4 al 2,04 per cento del PIL, come richiesto dalla Commissione. Conte ha spiegato che «abbiamo recuperato alcune risorse finanziarie e le stiamo utilizzando adesso per questa negoziazione in corso con la Commissione», che ha già giudicato «significativa e molto importante» la nuova proposta. Conte ha anche affrontato gli altri due punti cruciali ma non ancora definiti della manovra: il provvedimento impropriamente chiamato “reddito di cittadinanza” e quello sulla cosiddetta “quota 100” per le pensioni, che «partiranno nei tempi previsti».

Giuseppe Conte a Palermo, 12 novembre 2018 (AP Photo/Antonio Calanni)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.