• Italia
  • martedì 11 dicembre 2018

In Sicilia sono in corso perquisizioni e arresti nell’ambito dell’indagine sul boss mafioso Matteo Messina Denaro

I carabinieri del Ros (che si occupano di criminalità organizzata e terrorismo) e il comando provinciale di Trapani stanno effettuando da questa mattina perquisizioni verso 25 persone indagate e sospettate di favorire la latitanza del boss mafioso Matteo Messina Denaro. Le perquisizioni sono stata disposte dalla Direzione distrettuale antimafia di Palermo in diversi comuni della provincia e anche in centro a Palermo, e hanno riguardato abitazioni in campagna e in città, garage, uffici, aziende, negozi di familiari e amici di Messina Denaro, latitante dal giugno 1993. È stato anche fermato l’imprenditore Matteo Tamburello a Mazara del Vallo, indagato per associazione mafiosa, trasferimento fraudolento di valori e violazione degli obblighi legati alla sorveglianza speciale.
Lo scorso giugno i carabinieri avevano perquisito e indagato 17 accusati di favorire la latitanza Messina Denaro, a dicembre 2017 ne erano state indagate altre 30.

(ANSA/CARABINIERI ANSA)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.