Il deputato Matteo Dall’Osso lascerà il M5S per entrare in Forza Italia

In un’intervista al Giornale, il deputato Matteo Dall’Osso ha annunciato che lascerà il Movimento 5 Stelle per aderire a Forza Italia. Dall’Osso – che ha 40 anni, è di Bologna ed è malato di sclerosi multipla – ha spiegato di aver deciso di lasciare il M5S dopo che un suo emendamento alla legge di bilancio che prevedeva ulteriori finanziamenti a favore dei disabili era stato bocciato dalla maggioranza, di cui fa parte anche il M5S. «Mi sono sentito solo, in parte tradito, umiliato. E mi sono sentito disabile», ha spiegato al Giornale. Dall’Osso è alla seconda legislatura da deputato: era entrato nel M5S una decina d’anni fa come attivista.

Riguardo alla sua scelta di entrare in Forza Italia, ha detto: «Penso che Forza Italia per i valori di libertà e solidarietà che promuove – ricordo il lavoro a tutela delle donne svolto da Mara Carfagna – e l’attenzione verso le categorie più deboli quali i bambini orfani possa garantire l’attenzione verso i disabili. Per questo gruppo la diversità è un valore aggiunto e una risorsa».

Fonti del M5S contattate da Adnkronos spiegano che il M5S chiederà a Dall’Osso di versare entro pochi giorni 100mila euro, cioè la penale prevista dal regolamento del partito per chi abbandona il gruppo parlamentare (probabilmente contrario alla Costituzione, che all’articolo 67 prevede l’assenza di vincolo di mandato per i parlamentari).

(Andrea Ronchini/Pacific Press via ZUMA Wire)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di più, e migliori.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la newsletter, una quota minore di inserzioni pubblicitarie, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.