• Mondo
  • venerdì 30 novembre 2018

L’Ucraina ha vietato l’ingresso nel paese a cittadini russi maschi di età compresa tra i 16 e i 60 anni

L’Ucraina ha vietato l’ingresso nel paese a cittadini russi maschi di età compresa tra i 16 e i 60 anni. È una misura adottata nell’ambito della legge marziale in vigore da ieri nel paese per il timore di un’invasione militare da parte della Russia. La legge marziale – che sarà in vigore fino al 26 dicembre nelle regioni dell’Ucraina che confinano con la Russia – è stata chiesta dal presidente ucraino Petro Poroshenko dopo che domenica 25 novembre 23 marinai ucraini e 3 navi della marina militare erano stati catturati dalla Russia vicino allo stretto di Kerč’, in una zona di mare contesa tra i due paesi. Il divieto di ingresso per gli uomini russi prevede solo alcune eccezioni “umanitarie”, per chi – per esempio – deve partecipare a un funerale.

Militari dell'esercito ucraino al porto di Mariupol, 28 novembre 2018 (Martyn Aim/Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.