È morto il pittore, designer e filosofo argentino Tomás Maldonado

È morto a 96 anni il pittore, designer e filosofo argentino Tomás Maldonado.

Maldonado nacque il 25 aprile del 1922 a Buenos Aires, dove iniziò la sua carriera artistica. Si interessò fin da giovane al design industriale e aderì al movimento dell’arte concreta, un tipo di arte non figurativa e slegata dalle esigenze del consumo. Nel 1954 si trasferì in Germania per insegnare comunicazione visiva alla scuola di grafica e design industriale di Ulm, di cui divenne poi anche direttore, e tra il 1967 e il 1970 insegnò anche all’università di Princeton. Negli anni Sessanta, insieme al tedesco Gui Bonsiepe, lavorò ad alcuni progetti di design per Olivetti, Rinascente e Upim, e nel 1976 si trasferì a vivere a Milano. In Italia insegnò design ambientale presso l’Università di Bologna, e in seguito progettazione ambientale e design industriale presso il Politecnico di Milano. Nel corso della sua carriera si interessò anche alle applicazioni della filosofia e in particolare della semiotica all’ambito artistico. Per molti anni, inoltre, è stato il compagno dell’editrice Inge Feltrinelli, morta lo scorso 20 settembre a 87 anni.

(ANSA/ NICOLA MARFISI)