• Italia
  • giovedì 1 novembre 2018

La procura di Catania ha chiesto l’archiviazione delle accuse contro Salvini per il caso Diciotti

La procura di Catania ha chiesto l’archiviazione delle accuse contro il ministro dell’Interno Matteo Salvini per la vicenda della nave militare Diciotti risalente allo scorso agosto. L’annuncio è stato dato dallo stesso Salvini durante una diretta Facebook.

Il caso della Diciotti era finito sulle prime pagine di tutti i giornali italiani e aveva provocato parecchie polemiche. Il 15 agosto la Diciotti, nave della Guardia Costiera, aveva soccorso nel mar Mediterraneo 190 migranti partiti dalla Libia e diretti in Italia. Per cinque giorni era rimasta bloccata in mare, senza ricevere l’autorizzazione per l’attracco. Il 20 agosto erano stati fatti scendere a Lampedusa 13 migranti con problemi di salute. La Diciotti aveva poi fatto rotta sul porto di Catania, dove era rimasta cinque giorni senza che il governo autorizzasse lo sbarco dei migranti a bordo: Salvini era stato accusato di sequestro di persona, abuso d’ufficio e arresto illegale. L’inchiesta su quello che era successo era composta da due filoni: il primo in capo alla procura di Palermo, che ha già archiviato la parte di sua competenza, cioè i primi cinque giorni di crisi; il secondo in capo alla procura di Catania, relativo ai fatti avvenuti nel porto. La procura ha stabilito oggi che le accuse di sequestro di persona sono infondate, e per questo ha chiesto l’archiviazione del caso.

Matteo Salvini (TIZIANA FABI/AFP/Getty Images)