Carlo Carabba ha lasciato Mondadori per dirigere la narrativa italiana a Harper Collins

Carlo Carabba ha lasciato l’incarico di responsabile della narrativa italiana di Mondadori per assumere lo stesso ruolo nella casa editrice Harper Collins Italia, la filiale italiana di HarperCollins Publishers nata nel 2015. Carabba, che assumerà ufficialmente l’incarico il 19 novembre, avrà il compito di scoprire nuovi scrittori italiani e acquisirne di più o meno affermati dalle altre case editrici; risponderà alla direttrice editoriale Sabrina Annoni. Mondadori non ha ancora detto chi prenderà il suo posto.

Carabba è nato a Roma nel 1980 ed è laureato in Storia della Filosofia. Dal 2008 al 2013 è stato caporedattore della rivista letteraria Nuovi Argomenti e nel 2011 è arrivato in Mondadori, dove ha lavorato come editor della narrativa italiana e straniera e dal 2015 è diventato responsabile della narrativa italiana. Ha collaborato con giornali e riviste come Il Riformista e Il Venerdì di Repubblica e pubblicato le raccolte di poesia Gli anni della pioggia e Canti dell’abbandono, e il memoir Come un giovane uomo, uscito quest’anno per Marsilio e tra i dodici finalisti del Premio Strega.

Harper Collins sta crescendo molto da quando, nel 2017, Laura Donnini è stata scelta come amministratrice delegata. Da gennaio 2018 a oggi, stando a dati dell’azienda, le vendite sono aumentate del 127 per cento rispetto all’anno prima; ora pubblica circa 90 novità all’anno – dalla narrativa, ai gialli, alla varia – e ha 200 titoli in catalogo.

(YouTube)