WhatsApp ha introdotto una nuova funzione: gli sticker

Sono delle emoji più grandi e personalizzabili, in uso già da tempo su altre applicazioni di messaggistica e ora anche su WhatsApp

WhatsApp, l’applicazione di messaggistica istantanea più usata al mondo, ha introdotto una novità che sarà disponibile gradualmente su tutti gli smartphone: gli sticker (detti in italiano anche adesivi). WhatsApp si è dotata di questa funzione con qualche ritardo rispetto alle altre app di messaggistica, dove gli sticker sono diffusi e rodati già da molto tempo, in particolare su Telegram: in pratica sono delle emoji più grandi e personalizzate, che si possono dividere per argomento. Tutti gli sviluppatori possono contribuire a realizzarne di nuove. Rispetto alle emoji, che hanno un iter molto lungo di approvazione e quindi vengono aggiornate raramente, gli sticker garantiscono un ricambio velocissimo e una maggiore personalizzazione.

WhatsApp ha comunicato che supporterà i pacchetti di sticker di terze parti, al fine di consentire a grafici e designer di tutto il mondo di aggiungere i loro sticker. Per questo ha aggiunto una serie di interfacce per creare la propria app di sticker sia su Android che su iOS, pronta da scaricare dai rispettivi store. Gli sticker sono già disponibili su iPhone e lo saranno su Android a partire dai prossimi aggiornamenti.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.