• Mondo
  • lunedì 15 ottobre 2018

Assange potrà nuovamente usare internet e ricevere ospiti nell’ambasciata dell’Ecuador di Londra, dice AP

Secondo AP, l’Ecuador ha interrotto la condizione di isolamento a cui da marzo era costretto Julian Assange, ospite dal 2012 dell’ambasciata ecuadoriana a Londra per sfuggire a un mandato di arresto delle autorità britanniche. Lo scorso marzo, dopo che Assange aveva violato la promessa di non creare problemi diplomatici all’Ecuador con i suoi messaggi, le autorità dell’Ecuador avevano tolto a Assange la possibilità di usare internet, di telefonare e di ricevere ospiti. La notizia della fine dell’isolamento è stata confermata anche da WikiLeaks, l’associazione fondata da Assange, con un comunicato.

Il fondatore di Wikileaks Julian Assange (45) prima di parlare dal terrazzo dell'ambasciata dell’Ecuador a Londra, il giorno in cui il gruppo di esperti delle Nazioni Unite – il Working Group on Arbitrary Detention – ha detto che la sua condizione è quella di una "ingiusta detenzione", 5 febbraio 2016 (Carl Court/Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di più, e migliori.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la newsletter, una quota minore di inserzioni pubblicitarie, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.