• Mondo
  • lunedì 1 ottobre 2018

La Corte Internazionale di Giustizia si è rifiutata di obbligare il Cile a trattare con la Bolivia per un accesso all’oceano

La Corte Internazionale di Giustizia si è rifiutata di obbligare il Cile a trattare con la Bolivia per un accesso all’oceano, come la Bolivia chiedeva in base a precedenti accordi tra i due paesi. La Bolivia ha perso il suo accesso all’oceano durante una guerra combattuta tra il 1879 e 1883, i cui esiti furono confermati da un trattato del 1904. Più o meno da allora la Bolivia ha sempre cercato di ottenere un nuovo accesso all’oceano e questa volta aveva chiesto alla Corte che obbligasse il Cile a trattare con loro, dicendo che si era impegnato a farlo con alcuni dei molti documenti firmati dai due paesi in precedenza. La Corte ha votato 12-3 in favore del Cile.

 

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.