• Italia
  • venerdì 17 agosto 2018

Le famiglie di 17 delle 38 persone morte nel crollo del ponte di Genova non parteciperanno ai funerali di Stato

Le famiglie di 17 delle 38 persone morte in seguito al crollo del ponte Morandi, il 14 agosto a Genova, hanno scelto di celebrare funerali privati e non partecipare quindi ai funerali di Stato che si terranno domani, sabato 18 agosto a Genova. I funerali di Stato, indetti durante una giornata di lutto nazionale, saranno celebrati a Genova alla presenza del presidente della Repubblica Sergio Mattarella e di molte altre importanti cariche dello Stato. In alcuni casi i familiari che hanno deciso per le cerimonie private hanno detto di averlo fatto in protesta verso lo Stato; altre hanno spiegato di averlo scelto per riservatezza. Si attendono ancora le decisioni dei familiari di altre persone morte nel crollo del ponte.

Lavori notturni tra le macerie del ponte Morandi (Foto Ufficio Stampa Vigili del Fuoco/LaPresse)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.