Ha rassegnato le dimissioni da parlamentare Andrea Mura, ex deputato del M5S e velista accusato di assenteismo

Andrea Mura, ex deputato del Movimento 5 Stelle che nelle scorse settimane era stato accusato di assenteismo, ha rassegnato le dimissioni da parlamentare. Mura era stato espulso dal M5S dopo che si era scoperto che nei primi quattro mesi e mezzo da parlamentare era stato assente ad oltre il 95 per cento delle votazioni. Mura, che è un velista, era stato intervistato dalla Nuova Sardegna e aveva detto, con una frase molto commentata e ripresa, che la politica «si può svolgere anche in barca, per il bene dell’umanità, proprio come faccio io». Le dimissioni di Mura ora devono essere accettate dalla Camera.

Nella sua lettera di dimissioni, Mura ha sostenuto di aver «portato avanti il mandato di parlamentare con la massima serietà e nel pieno rispetto delle istituzioni repubblicane», spiegando di aver saltato soltanto «sette sedute, per impegni sul territorio o per una breve malattia». Mura si è lamentato di essere stato «oggetto di un linciaggio mediatico senza precedenti, di accuse ignominiose basate su fatti inesistenti, su affermazioni da me mai pronunciate, che nessuno ha mai voluto verificare. Ho subito dei danni enormi e agirò in tutte le sedi per difendere la mia reputazione».

(ANSA/UFFICIO STAMPA)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.