• Mondo
  • sabato 21 Luglio 2018

Open Arms è arrivata in Spagna

La nave della ong ha concluso la sua missione dopo quattro giorni di navigazione e le polemiche con la guardia costiera libica e Matteo Salvini

Oscar Camps, fondatore della ong Proactiva Open Arms, ha pubblicato un video che mostra l’ingresso nel porto di Palma di Maiorca, l’isola a est della Spagna, della nave Open Arms. La mattina del 19 luglio Proactiva Open Arms aveva annunciato, dopo aver soccorso una donna che era in mare da diverse ore, che la sua nave si sarebbe diretta verso la Spagna spiegando che riteneva che lo sbarco in un porto italiano presentasse “molti fattori critici”, parlando espressamente di alcune recenti dichiarazioni del ministro dell’Interno Matteo Salvini.

Negli ultimi giorni si è parlato di Open Arms per la storia di Josefa, una donna camerunese soccorsa nel Mediterraneo dopo che era rimasta per due giorni in mare attaccata a una tavola, quello che restava del fondo del gommone su cui viaggiava insieme ad altre decine di persone. Insieme a lei, i soccorritori hanno trovato altre due persone: una donna, morta da diverse ore, e un bambino di età stimata tra i 3 e i 5 anni, morto probabilmente un’ora prima dell’arrivo dei soccorsi.

Open Arms ha in seguito accusato le autorità libiche di omissione di soccorso, cioè di avere lasciato in mare Josefa, l’altra donna e il bambino perché si erano rifiutati di salire sulla motovedetta libica e tornare in Libia.