Google rischia a breve una nuova pesante multa dalla Commissione Europea, questa volta per Android

La prossima settimana i rappresentanti delle autorità antitrust nell’Unione Europea si riuniranno a Bruxelles, per essere aggiornati sulle indagini condotte dalla Commissione Europea su Google, accusata di sfruttare Android per diffondere i propri servizi a scapito di quelli della concorrenza. La riunione si sarebbe dovuta tenere questa settimana, ma è stata rinviata al prossimo 17 luglio senza fornire ulteriori spiegazioni. Un motivo potrebbe essere l’imminente visita in Europa del presidente statunitense Donald Trump, che parteciperà anche a un incontro della NATO a Bruxelles. La Commissione Europea è stata accusata in passato di avere inflitto pesanti multe a Google per provare a penalizzare le grandi aziende statunitensi di Internet. Google ha ricevuto l’anno scorso una multa da 2,4 miliardi di euro per avere dato più rilevanza e avere favorito il suo servizio per lo shopping rispetto a quelli della concorrenza, nelle pagine dei risultati del motore di ricerca. Le indagini su Android potrebbero portare a nuove pesanti multe per l’azienda.

Una monorotaia con una pubblicità di Google al CES di Las Vegas, 10 gennaio 2018 (AP Photo/Jae C. Hong)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.