• cit
  • lunedì 9 luglio 2018

«Chi ha ordinato ai giorni di luglieggiare?»

Se lo chiedeva il poeta russo Vladimir Majakovskij, in una vecchia traduzione di Bruno Carnevali

Il 4 luglio 2018 in un angolo di San Pietroburgo, in Russia, dove Vladimir Majakovskij abitava quando fu pubblicato "Uomo" (Frank Hoermann/SVEN SIMON/picture-alliance/dpa/AP Images)

«Se il cuore è tutto
allora perché,
perché dunque
t’ho adunato, o caro denaro?
E come osano cantare?
chi gliene dà il diritto?
Chi ha ordinato ai giorni
di luglieggiare?»

Un passaggio del poema Uomo di Vladimir Majakovskij (1893-1930), nella traduzione di Bruno Carnevali. Il poema, che racconta la vita di Majakovskij in modo simile ai vangeli, fu pubblicato nel 1918, cent’anni fa.

Mostra commenti ( )