• Italia
  • domenica 24 giugno 2018

Le foto della “tavolata multietnica” di Milano

10.000 persone hanno mangiato insieme piatti tradizionali da tutto il mondo, per promuovere l’accoglienza e l'integrazione dei migranti

Sabato nel Parco Sempione a Milano si è tenuta la manifestazione Ricetta Milano, la cosiddetta “tavolata multietnica” per l’accoglienza e l’integrazione dei migranti e, più in generale, contro il razzismo. È stata organizzata dal Comune di Milano per celebrare «il carattere aperto, accogliente e internazionale di Milano». Il sindaco Giuseppe Sala ha detto che «se veramente crediamo che la via portata avanti da Salvini, e non solo da lui nel mondo, è la via sbagliata, dobbiamo offrire un’alternativa che nasce da azioni simboliche e dalla capacità prima di accoglienza e poi di integrazione».

La tavolata multietnica è stata soprattutto un grande pranzo nel quale i partecipanti («milanesi, di nascita o di adozione») erano invitati a portare un piatto della propria infanzia e del proprio paese da condividere con tutti gli altri. Hanno partecipato circa 10.000 persone e 160 comunità straniere, sistemate attorno a una tavola lunga 2,6 chilometri nei viali del parco. Mentre si mangiava ci sono stati musica, canti e balli tradizionali dei paesi rappresentati dai partecipanti.

La tavolata è stata organizzata dall’associazione Kamba insieme al Comune di Milano nell’ambito del progetto dell’assessorato alle Politiche sociali “Insieme senza Muri”, che dal 20 maggio al 23 giugno ha promosso eventi per la valorizzazione del multiculturalismo in città.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.