È morto il fisico e divulgatore italiano Carlo Bernardini, aveva 88 anni

Carlo Bernardini, importante fisico e apprezzato divulgatore scientifico italiano, è morto giovedì 21 giugno: la famiglia ne ha dato notizia oggi. Nato a Lecce nel 1930, Bernardini si era laureato in Fisica alla Sapienza di Roma nel 1952 e aveva poi iniziato a lavorare presso i Laboratori di Frascati, con i quali avrebbe collaborato a lungo, lavorando soprattutto nel “gruppo del sincrotrone”, una squadra di lavoro per realizzare il primo prototipo di un collisore di materia-antimateria al mondo. Bernardini fu anche un importante ricercatore per lo sviluppo di Adone, un acceleratore di particelle. Oltre ai suoi studi, Bernardini è stato un formidabile divulgatore e comunicatore della scienza, con articoli, saggi e lezioni pubbliche per esporre i progressi nel campo della fisica sperimentale e delle particelle. Nel 1976 fu eletto in Senato, dopo essersi candidato come indipendente nelle liste del Partito Comunista. Fu tra i sostenitori del disarmo atomico e della necessità di produrre energia nucleare in Italia, obiettivo mancato in seguito al referendum che portò all’abbandono del nucleare nel nostro paese.

Carlo Bernardini (INFN)