• Mondo
  • lunedì 18 giugno 2018

Ivan Duque è il nuovo presidente della Colombia

È un conservatore e ha promesso una revisione degli accordi di pace con le FARC

Ivan Duque del partito conservatore Centro Democratico ha vinto le elezioni presidenziali di domenica in Colombia, ottenendo il 54 per cento dei voti contro il 41,8 per cento di Gustavo Petro, del partito di centrosinistra Movimento Progressista. La vittoria di Duque comporta il ritorno dei conservatori alla guida del paese, dopo gli anni del governo di unità nazionale del presidente uscente Juan Manuel Santos, principale artefice dei concordati di pace con gli ex rivoluzionari delle FARC. Nel corso di un comizio nella capitale Bogotà, Duque ha confermato di volere rivedere gli accordi con le FARC, a partire dalla possibilità di portare a processo i membri dell’organizzazione per i crimini commessi durante la loro militanza contro il governo nazionale. Ha inoltre promesso di non governare con “odio” e di volere riunire la Colombia, dopo la campagna elettorale molto dura di questi mesi. Marta Lucía Ramirez, con cui Duque ha condotto la campagna elettorale, sarà la prima vicepresidente donna della Colombia. L’ex sindaco di Bogotà Petro ha riconosciuto la vittoria dei conservatori.

Ivan Duque festeggia la sua vittoria alle elezioni presidenziali colombiane - Bogotà, Colombia (AP Photo/Fernando Vergara)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di più, e migliori.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la newsletter, una quota minore di inserzioni pubblicitarie, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.