Una gigantesca tempesta su Marte sta mettendo a dura prova il rover Opportunity della NASA

Opportunity, il robot automatico (rover) della NASA sta affrontando una delle tempeste più violente ed estese da quando è arrivato su Marte nel gennaio del 2004. Secondo le analisi svolte finora, la tempesta ha un’estensione paragonabile a quella dell’intero Nordamerica e potrebbe proseguire per giorni, con forti venti che sollevano grandi quantità di polveri, impedendo ai raggi solari di filtrare e di raggiungere i pannelli del rover, usati per produrre energia e ricaricare la sua batteria interna.

Il pallino azzurro in questa immagine indica dove si trova Opportunity, nella tempesta (NASA)

Per i tecnici della NASA sono giorni di attesa e apprensione: al momento non possono prevedere se Opportunity riuscirà a resistere e a tornare funzionante al termine della tempesta. Il rover può attivare diverse modalità di emergenza per ridurre al minimo i consumi e le comunicazioni con la Terra, cosa che dovrebbe offrire qualche possibilità in più, ma lasciando i tecnici della NASA senza notizie dal loro robot per diverso tempo. Opportunity ha già affrontato in passato condizioni simili, riuscendo a sopravvivere, per questo per ora c’è un cauto ottimismo.

(NASA)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.