Secondo il Wall Street Journal il pubblicitario Martin Sorrell ha dovuto lasciare WPP perché accusato di aver pagato una prostituta con soldi aziendali

Un articolo del Wall Street Journal sostiene che la ragione per cui Martin Sorrell, considerato il più ricco e potente pubblicitario del mondo, è stato costretto a lasciare WPP, l’azienda che guidava da quando la fondò nel 1986, è che è stato accusato di aver usato soldi aziendali per pagare una prostituta. Finora si sapeva solo che Sorrell si era dimesso dopo che il consiglio d’amministrazione di WPP aveva fatto condurre un’indagine interna su un suo possibile uso improprio di fondi aziendali. Sembra che Sorrell sia stato accusato da un autista scontento per aver perso il lavoro.

Un portavoce di Sorrell ha commentato l’articolo del Wall Street Journal dicendo che il pubblicitario ha firmato con WPP un accordo di riservatezza che gli impedisce di parlare delle circostanze che hanno portato alle sue dimissioni. Il portavoce ha anche detto che Sorrell nega sia di aver avuto dei rapporti con una prostituta sia di aver usato in modo scorretto soldi aziendali.

L’uomo più potente della pubblicità mondiale non lo è più

Martin Sorrell, il 21 novembre 2016 (JUSTIN TALLIS/AFP/Getty Images)