La banca d’affari Goldman Sachs comincerà a investire in Bitcoin

Secondo il New York Times la banca d’affari Goldman Sachs, una delle più grandi di Wall Street, comincerà a investire in Bitcoin, inizialmente acquistando e vendendo titoli futures sulla criptovaluta, cioè quelli che permettono di “scommettere” sul valore di un indicatore (in questo caso i Bitcoin). Inizialmente, scrive il New York Times, Goldman Sachs non comprerà e venderà direttamente Bitcoin, ma progetta di arrivarci se otterrà le autorizzazioni necessarie.

È probabile che la notizia sarà accolta come un ulteriore sdoganamento di Bitcoin, simile a quello che arrivò dopo l’apertura della borsa di Chicago agli scambi di titoli futures sulla criptovaluta. In molti l’hanno però accolta con preoccupazione, visto che i Bitcoin rimangono un investimento più volatile e rischioso di quelli normalmente effettuati sui mercati tradizionali. Molti importanti dirigenti di banche d’affari in passato avevano definito i Bitcoin come una truffa, e ne avevano parlato con toni allarmistici.

(JACK GUEZ/AFP/Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.