• Sport
  • mercoledì 2 maggio 2018

Steph Curry è tornato, ha segnato 28 punti in 27 minuti giocati

Nella notte tra martedì e mercoledì Stephen Curry ha giocato la sua prima partita dei playoff NBA 2018, dopo essere rimasto fermo diverse settimane per la distorsione al legamento collaterale del ginocchio sinistro. Il rientro di Curry era molto atteso, soprattutto perché con lui i Golden State Warriors sembrano avere molte più possibilità di rivincere il titolo NBA.

Nella partita, gara-2 nella serie contro i New Orleans Pelicans, Curry è partito inusualmente dalla panchina e ha giocato meno minuti del solito, ma ha fatto una grande gara. In 27 minuti, ha segnato 28 punti (con 5/10 da tre punti), preso 7 rimbalzi e rubato 3 palloni. Con lui in campo, i Warriors hanno fatto registrare un parziale positivo enorme, +26 punti sui Pelicans. E soprattutto Curry ha dato l’impressione di non essersi mai infortunato, per esempio facendo quei canestri da tre punti che lo hanno reso così determinante: quelli rapidissimi dal palleggio da oltre 8 metri da canestro. La serie tra Golden State e New Orleans è ora sul 2-0 per i Warriors. Gara-3 si giocherà a New Orleans nella notte italiana tra venerdì e sabato.

Stephen Curry (Ezra Shaw/Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.