(ANSA/GIUSEPPE LAMI)

Di Maio dice che preferirebbe fare il governo con la Lega

Lo scrive Repubblica, riportando una conversazione avvenuta con alcuni sostenitori in Sicilia

(ANSA/GIUSEPPE LAMI)

Repubblica oggi riporta una conversazione tra il capo politico del Movimento 5 Stelle, Luigi Di Maio, e alcuni sostenitori del M5S avvenuta durante una sua visita in Sicilia sabato pomeriggio. La conversazione, scrive Repubblica, è stata ascoltata da un giornalista del giornale che era presente all’aeroporto (a insaputa delle altre persone) quando Di Maio è sceso dall’aereo. A una domanda sulla possibilità che il M5S formi un governo, ed eventualmente con chi, Di Maio ha risposto che preferirebbe farlo con la Lega.

«Onorevole, ci dica, ma il governo si farà?» è la curiosità di tutti coloro che gli si avvicinano non appena imbocca il finger che lo conduce in aeroporto, tra loro (a sua insaputa) anche il cronista di Repubblica. «Io penso proprio che ce la faremo. È molto difficile, questo è evidente, ma sono abbastanza fiducioso, penso che alla fine ci riusciremo».

(…) «D’accordo, ma al governo con chi, Di Maio? Davvero col Pd o con la Lega, come sembrano preferire i militanti?». Il sorriso dell’ex vicepresidente della Camera si contrae un po’. «Beh, vediamo, certo con la Lega sarebbe preferibile».

Di Maio, continua Repubblica, ha poi detto che il problema della Lega è che è legata con il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi: «finché quel legame non si rompe per noi è impossibile immaginare un governo insieme». Parlando del Partito Democratico, ha detto che «fidarsi forse è troppo: purtroppo quelli lì li conosciamo bene, li conosciamo da troppo tempo».

Per come stanno le cose al momento sembra difficile un’alleanza tra Lega e M5S. Roberto Fico, presidente della Camera del M5S che ha ricevuto un mandato esplorativo, sta infatti portando avanti le trattative con il PD (anche queste complicate). Soltanto mercoledì, Di Maio aveva detto che «in modo ufficiale qualsiasi discorso con la Lega si chiude qui». Dopo alcuni giorni in cui una separazione tra Lega e Forza Italia sembrava possibile, poi, sabato Berlusconi ha incontrato il segretario della Lega Matteo Salvini, e secondo i giornali ha ribadito che il centrodestra è unito, escludendo quindi che la Lega possa lasciare la coalizione per formare un governo da sola con il M5S.