• Mondo
  • lunedì 23 Aprile 2018

Alle presidenziali in Paraguay hanno vinto i conservatori

Il conservatore Mario Abdo Benítez del Partito Colorato ha vinto le presidenziali di domenica in Paraguay, battendo il suo principale avversario, Efraín Alegre, che si era presentato alle elezioni con una coalizione di centrosinistra. Benítez ha ottenuto il 46,5 per cento dei voti, contro il 42,7 per cento di Alegre. L’esito elettorale significa che il Partito Colorato potrà continuare a controllare il paese, come avviene ormai da decenni. Commentando il risultato elettorale, Benítez ha detto che: “Il mio governo sarà impegnato a guadagnarsi la fiducia di quelli che non ci hanno sostenuto”.

Benítez è il figlio di un consigliere dell’ex dittatore paraguaiano Alfredo Stroessner Matiauda, che mantenne uno stretto controllo sul paese tra il 1954 e il 1989. Durante la campagna elettorale, Benítez è stato più volte criticato per avere difeso gli anni della dittatura. Il presidente uscente Horacio Cartes è stato eletto al Senato, dopo una presidenza travagliata, nella quale aveva proposto una riforma della Costituzione per poter ottenere un secondo mandato, causando grandi proteste di piazza. La Costituzione del Paraguay prevede che il presidente possa governare per un solo mandato di 5 anni.

Mario Abdo Benítez festeggia con la moglie Silvana Lopez Moreirae i suoi sostenitori ad Asuncion, Paraguay (AP Photo/Jorge Saenz)