• Mondo
  • venerdì 20 Aprile 2018

Rudy Giuliani, ex sindaco di New York, è diventato uno degli avvocati di Trump nell’indagine speciale di Robert Mueller

Rudy Giuliani, politico Repubblicano ed ex sindaco di New York, ha annunciato in un’intervista al Washington Post di essersi unito al gruppo di avvocati assunti dal presidente statunitense Donald Trump per seguire l’indagine speciale relativa alle presunte interferenze della Russia nelle elezioni presidenziali americane del 2016. L’indagine è un grosso problema per Trump: Robert Mueller, il procuratore speciale che la sta gestendo, sta indagando anche sui presunti legami tra il comitato elettorale del presidente e il governo russo, oltre che sul licenziamento dell’ex direttore dell’FBI James Comey, che secondo l’accusa potrebbe essere stato deciso da Trump per ostacolare le indagini.

Giuliani affiancherà gli altri due avvocati di Trump, Jay Sekulow e Ty Cobb, nel tentativo di rendere più efficace l’azione del presidente, soprattutto dopo la rinuncia di John Dowd, cioè l’avvocato che era a capo del gruppo legale. La nomina, ha scritto il Guardian, ha messo anche fine a un periodo di inattività di Giuliani, che per molti anni è stato vicino a Trump e che aveva espresso apertamente la sua intenzione di avere un posto nella sua amministrazione. Ai tre avvocati, ha detto Sekulow, si sono aggiunti alla squadra legale di Trump anche due ex procuratori federali, i coniugi Jane e Marty Raskin.

Rudy Giuliani (Drew Angerer/Getty Images)